Anche quest’ anno abbiamo la fortuna e la grazia di poter viaggiare; di più, di poter andare dove tutto è cominciato per tutti: l’ Asia…

Sono sempre entusiasta di tornarci e non mi stanca mai: amo la grazia inesatta, la pazienza incosciente, la tranquillità ridente che si respira appena si tocca terra, insieme all’ odore di plastica bruciata e tubo di scappamento invetriato oramai…

Quest’ anno Sri Lanka e Thailandia.

Il primo è una scoperta che però già odora di cose conosciute, come l’Ayurveda, che anche qui regna nella sua splendida e antica possanza e sapienza. 

Sono qui per diletto ma ne approfitteró grandemente per godere quanto più possibile dell’ Ayurveda versione cingalese e ne porterò a casa i frutti.

La seconda è un ritorno a casa.La Thailandia è il paese ideale per tutti:da chi deve superare un lutto a chi vuole studiare massaggio, da chi vuole solo stare su una spiaggia in silenzio, a chi vuole ballare la techno sormontato da casse alte 3 metri.

Io ho fatto tutto questo e andrò a fare anche di più: studierò le applicazioni terapeutiche del massaggio thai, il massaggio thai dei piedi, 64 nuove posizioni di stretching avanzato e un bel corso di cucina thai. 

Tutto per poter accrescere sempre più la mia conoscenza e poterla mettere al servizio. 

Sempre più ayur-thai…

Un augurio a tutti voi e tutte voi, di una fine pacificante e di uno scintillante inizio.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.