Eccoci di nuovo in queste sere e giorni così meravigliosamente e perfettamente invernali…la settimana scorsa abbiamo iniziato un corso di cucina ayurvedica, dedicato alle spezie e ai gusti in ayurveda.

La prima protagonista della serie è la curcuma, la Dea Dorata. —

Dedicheremo a lei i nostri prossimi post, perchè le sue proprietà sono tali e tali da richiedere tempo,attenzione e amorevolezza attenta

Cominciamo con u po’ di storia e di tradizione

L’uso della curcuma risale al tempo della cultura vedica, per cui all’incirca 4000 anni fa. —Era usata  come spezia in cucina, come medicinale e anche come elemento costituente durante i riti religiosi. —Ha raggiunto la Cina nel 700 dc,  il continente africano tra l’800 e il 700 dc  e l’Europa subito dopo, tramite il Nord Africa e la via delle Spezie.

—Nel 1280 Marco Polo la descrisse, meravigliandosi di una pianta che avesse così tante proprietà e che fosse così simile allo zafferano.

—Nei testi di riferimento dell’Ayurveda , la curcuma ha 53 nomi diversi, per ognuna delle sue innumerevoli funzioni.

E noi le scopriremo tutte, nei prossimi post!

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.